sabato 12 maggio 2012

L'idea

Associazione in vista è un'idea che c'è e che potrebbe prendere consistenza, darsi un colore, avere un profumo,  raccontare qualcosa. Uno spazio animato dalla vita, dall'energia. Da una creatività stimolata dalla voglia di chi ci sta dentro.
Chi prova ad esprimere una parte di se attraverso una forma d'arte, anche se non è un artista, è abituato a comporre: parole - frasi - poesie; note - accordi - musiche; luci - soggetti - fotografie. E così via.
Un'associazione è un po' come un'arte: compone persone - gruppi - idee.
"Associazione in vista" sogna di comporre con le cose più diverse e, forse, non ha neppure bisogno di un'idea troppo definita per partire: a volte un obiettivo può essere un limite. Un muro invalicabile che divide il proprio campo da quello del vicino, impedendo che la farfalla del mio campo possa capitare sbadatamente ad impollinare i fiori del confinante. Una barriera che chiude al vento la possibilità di spingere nel mio campo buio le lucciole vive tra le spighe del vicino.
Nella natura c'è un caos così ordinato che insegna quasi a ritrovare un filo logico nelle spontaneità più diverse. Nella maniera più naturale possibile, quindi, si può trovare il modo di conciliare diversi modi di essere, interessi apparentemente discordanti, iniziative impensabili.
Se dovessi immaginare un futuro iscritto (a cui dovremmo trovare un nome meno formale e distaccato), penserei a qualcuno che, con il sorriso, dice:"Certo, proviamo..." quando gli confidi la tua idea. Qualcuno che impazzisce di gioia se gli proponi un giro in montagna, in collina, sul fiume, al mare, e lo fai ancora più contento se gli dai anche un perché!
Qualcuno che ascolta quello che gli viene raccontato, spiegato ed ha la curiosità per andare fino in fondo. Qualcuno che ama la sua terra e vuole dimostrarlo.

Questa possibile associazione nasce dallo spirito escursionistico di alcuni fotoamatori ed incontra il consenso di persone che hanno altri interessi, altre passioni e proprie particolarità. Il limite è quello dettato dalla fantasia di chi diventa parte del progetto. Quindi si può fare tutto..."purtroppo" entro i limiti stabiliti dalla legge!!!

Nessun commento:

Posta un commento